venerdì 20 aprile 2012

Maiali e porcate

Stalle dei maiali del mi' nonno Mario, metà degli anni settanta: nonno Mario mi insegna a contare i maiali, cosa difficilissima, perché i maiali non stanno mai fermi.
Italia, 2012: son qui che provo a contare le porcate di Calderoli. Ma tra legge elettorale, magliette anti-islam, e case pagate, mi pare molto, molto più difficile che contare i maiali in una stalla.
Ma ve le immaginate le risate di un altro Mario, quello a cui Calderoli ebbe il coraggio di chiedere lumi sul cenone di Capodanno?

1 commento:

  1. Samu sei fantastico, come sempre. Nonno Mario, orgogliosissimo del su' nipote, sta sicuramente ridacchiando, ma senza farsi troppo vedere. Perché lui deve fa' il burbero, altrimenti che Agostini sarebbe?

    RispondiElimina